Raccolta: Una open suite per il disegno grafico

Leave a comment

25/05/2017 by byBiaS

Articolo origfinale su http://amministrazionelibera.org/?p=2777&i=1

Una open suite per il disegno grafico

suite-open-sourceEsistono tantissimi software funzionali al disegno grafico professionale, oggi faremo una cernita fra quelli più noti nel mondo open source. La raccolta è personalizzata, quindi se ritenete che sia incompleta o che ci siano software open source per uno o più aspetti migliori di quelli in elenco, vi invitiamo a lasciare un commento. Cominciamo con il più noto programma per la creazione e la modifica di immagini digitali nativo di Linux, ma che esiste anche per tante altre piattaforme: Gimp (GNU Image Manipulation Program). A parere di chi scrive è un software splendido, che facilmente può conquistare i vostri cuori con un po’ di familiarità. Probabilmente, anche se questo è solo un rumor, nel prossimo futuro uscirà la versione 3 di Gimp che noi di Amministrazione Libera aspettiamo con ansia per testarne le capacità. Cercando su internet troverete dozzine, se non centinaia di confronti tra il monumentale Photoshop di Adobe e Gimp in una infinita disputa su quale dei due sia il migliore. Noi siamo sicurissimi che il migliore sia indiscutibilmente Gimp per il rapporto qualità prezzo! Non ci voleva poi tanto essendo Gimp disponibile del tutto gratuitamente senza limitazioni. Per farla breve, Gimp oltre a saper fare nel risultato finale tutte le cose che sa fare Photoshop, può essere esteso (al pari del collega a pagamento) con plugin gratuiti sviluppati da tanti programmatori che gli hanno aggiunto sempre più filtri e funzioni. Per avere un’idea del software basta sapere che le guide ufficiali per imparare ad usare Photoshop e Gimp sono per entrambi di circa 1000 pagine. Esistono anche le immagini vettoriali per la cui realizzazione possiamo affidarci ad Inkscape, un software programmato in C++ nativo di Linux ma anch’esso multipiattaforma, basato sul formato Scalable Vector Graphics (SVG) pienamente compatibile con gli standard XML, SVG e CSS e retro-compatibile con i formati proprietari di Adobe Illustrator, Macromedia FreeHand, Corel Draw. Attualmente la sua ultima versione è la 0.91 e quindi non è del tutto maturo, ma nonostante questo è decisamente uno strumento stabile ed apprezzabile. Per chi si cimenta nella grafica 3D consigliamo Blender, un software multipiattaforma con le caratteristiche tipiche dei sistemi avanzati di modellazione che però richiede poco spazio per l’istallazione. Probabilmente è il meglio che c’è nel mondo del software per il 3D a sorgente aperta, anche se ha fama di essere complicato da imparare ad usare. Blender è uno strumento di modellazione, rigging, animazione, compositing e rendering di immagini tridimensionali che permette di realizzare praticamente ogni cosa possibile nell’ambito 3D ed è frequentemente usato per opere cinematografiche e per la realizzazione di videogiochi. E per le modifiche video? Cinelerra è uno strumento professionale di montaggio video non-lineare, fino a poco tempo fa disponibile solo per Linux ma che di recente è stato diffuso anche per macOS. Dispone anche un motore di compositing video, che permette all’utente di svolgere le operazioni comuni di compositing. In alternativa ci sono OpenShot e Pitivi (quest’ultimo disponibile solo per Linux), considerati più intuitivi. Per quanto riguarda la creazione, impaginazione e produzione di prodotti editoriali, il così detto desktop publishing, chi usa Libre Office già conoscerà Writer e Draw, ma un software più specifico per il desktop publishing è certamente Scribus, diffusosi soprattutto per la produzione di libri, volantini e manifesti, che però va benissimo anche per la produzione di piccoli giornali e presentazioni interattive in PDF. Molto importante è  il supporto dei colori CMYK per essere sicuri che il colore scelto sarà poi quello stampato, cosa che non è così semplice come possa sembrare. La stampa è effettuata tramite un driver interno Postscript livello 3, che supporta il font embedding (inclusione dei caratteri nel documento) per font TrueType, Type 1 e OpenType. Passiamo ora alla grafica web con BlueGriffon: un web editor  sia testuale che visivo multipiattaforma, compatibile con gli stanrdard web W3C che può scrivere sia in CSS3 che in XHTML5. Il software è basato sul motore interpretativo di Firefox e vanta tra i suoi utilizzatori gente che ha fatto la storia del web. Sul sito ufficiale è possibile trovare alcune citazioni come quella di Jeff Jaffe, CEO del World Wide Web Consortium (W3C) che afferma di usare BlueGriffon “perché è un’applicazione intuitiva, moderna e robusta”. Il programma integra vari pacchetti di installazione per le lingue e varie estensioni ed inoltre dispone di SVG-edit, un editor di immagini vettoriali, basato su XUL, che era stato sviluppato originariamente come estensione per Firefox. Nel 2010 BlueGriffon è stato insignito di uno dei cinque premi per l’innovazione della Demo Cup organizzata in occasione del Open World Forum tenutosi a Parigi. Il mondo dell’Open Source e delle licenze libere è vastissimo: se in questa pagina ritenete di non aver trovato tutto quello che stavate cercando per la vostra suite personalizzata finalizzata al disegno grafico, continuate a cercare perché questo è un mondo che più si conosce e meno si resta delusi.

Aggiungi commento

Info di me

Mi chiamo Francesco, da circa 20 anni abito in Germania, e da quasi quattro decenni riporto per iscritto, su pagine volanti, foglietti o Post It, i miei assurdi pensieri sottoforma di piccoli racconti, poesie, detti e altri scritti di vario genere. Tutte cose che ho sempre rimandato di pubblicare 😥 .

Ora ho deciso di tentare, tramite questo sito, di pubblicizzare e, in seguito, pubblicare almeno uno di questi miei tanti scritti.

Ai posteri (forse anche grazie hai vostri "Mi piace"?!?!  😉 ) l'arduo riscontro...

Commenti recenti

Categorie del sito

Iscrizione Newsletter

Blog per email

HTML Snippets Powered By : XYZScripts.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: